ECOBONUS 65% CALDAIE 2022

Approfitta dell'Ecobonus 2022 per sostituire la caldaia, lo scaldabagno o il climatizzatore. Potrai usufruire degli incentivi fiscali del 65% o del 50% con sconto immediato in fattura e dell'IVA agevolata al 10%. Ecco tutto quello che c'è da sapere per rinnovare i tuoi impianti spendendo la metà (ed oltre).

ECOBONUS 65% CALDAIE RIELLO

La legge di bilancio recentemente approvata dal governo Draghi ha confermato la proroga dell’Ecobonus caldaie fino al 2024.

Il cosiddetto “ecobonus” prevede un credito d’imposta fino al 65% del costo della caldaia, con un limite massimo di 3.000 euro. 

Non ci sono limiti ISEE per richiedere il bonus, rendendolo accessibile numerosi proprietari di casa. Con la proroga dell’Ecobonus Caldaie, il Governo invia un chiaro messaggio di impegno nella promozione dell’efficienza energetica e nella lotta ai cambiamenti climatici.

Caldaia a condensazione Riello con ecobonus

Siete alla ricerca di una nuova caldaia Riello a condensazione? Riello è sicuramente la scelta ideale per la vostra casa. Le caldaie Riello sono ad alta efficienza e sono ideali per chi vuole risparmiare sui costi energetici, in quanto può ridurre la bolletta del riscaldamento fino al 30%. 

Inoltre, grazie all’ecobonus, è possibile ottenere fino a dei forti incentivi fiscali per l’acquisto di caldaie Riello. Chiamaci ora al numero 06 87165007 per avere maggiori informazioni!

Richiedi incentivi ora!

Domus Riello

Via Dei Monti Lepini, 16
00139 Roma
P.IVA 14564341007

7 GIORNI NO STOP

Incentivi fiscali per sostituzione caldaie fino al 65% e Iva agevolata al 10%

Dal 2007, all’interno delle Leggi di Bilancio sono state inserite delle normative che prevedono la possibilità di avere delle agevolazioni fiscali per la ristrutturazione, la riqualificazione e il miglioramento energetico dei propri immobili. Tali agevolazioni si concretizzano nel cosiddetto Ecobonus e nel Bonus Casa, confermati per tutto il 2022.

In relazione agli impianti termici, l’Ecobonus 2022 prevede una detrazione fino al 65% per la sostituzione di vecchi apparecchi termici con altri di ultima generazione a basso consumo energetico ed alto rendimento (o con l’installazione di pannelli solari).

Oltre gli incentivi fino al 65%, è prevista altresì il calcolo dell’IVA agevolata al 10% sull’acquisto e la messa in opera di una nuova caldaia o di uno scaldabagno di ultima generazione

Riqualificazione impianto di riscaldamento, come risparmiare fino al 65% con l'Ecobonus 2022

Le detrazioni fiscali previste dall’Ecobonus 2022 sono di due tipi: del 65% e del 50%. Il primo caso è certamente più interessante in termini di risparmio, ma per accedervi è fondamentale rispettare precise condizioni, ovvero:

  • la nuova caldaia deve essere un modello a condensazione di classe energetica non inferiore ad A, così come stabilito dal Regolamento EU 811/2013
  • ogni termosifone dell’appartamento deve essere provvisto di valvole termostatiche
  • è obbligatorio installare un impianto di termoregolazione avanzato di classe V, VI o VII, così come stabilito dalla Commissione 2014/C 207/02
  • la messa in opera può essere eseguita solo da un’azienda qualificata e certificata, nonché regolarmente iscritta alla Camera di Commercio
  • la comunicazione dei lavori eseguiti deve essere inviata all’ENEA nei tempi e nei modi sanciti dalla legge.

Ristrutturazioni edilizie ed installazione nuovi impianti: agevolazioni al 50%

Il secondo tipo di agevolazione previsto dall’Ecobonus 2022, prevede le agevolazioni al 50% in termini di detrazioni IRPEF. Tale detrazioni sono valide per la sostituzione di climatizzatori, scaldacqua e caldaie con un modello più recente, a patto che sia ad alto rendimento termico e basse emissioni. Ricordiamo che le detrazioni IRPEF non possono superare il limite dei 96.000 euro per ogni unità abitativa.

IVA agevolata al 10% con Domus Caldaie Riello

Altri sconti in vista per chi acquista una caldaia o uno scaldabagno presso lo showroom di Domus Caldaie Riello! Infatti, la Legge di Bilancio 2021 prevede il calcolo dell’IVA agevolata al 10% sull’acquisto di prodotti ad alto rendimento energetico e sulla messa in opera del nuovo impianto.

Quanto si può risparmiare con l'IVA agevolata?

Grazie all’IVA agevolata, si può risparmiare ancora di più sul rinnovo del proprio parco impianti. Ora, calcoli alla mano, vediamo un esempio concreto.

Hai acquistato una caldaia a condensazione e vuoi installarla. Il prezzo totale è di 1000 euro, dei quali 800 euro sono spesi per la caldaia, mentre 200 euro sono per la messa in opera. L’IVA agevolata al 10% va applicata sulla manodopera; mentre per ciò che concerne il costo della caldaia, l’IVA agevolata va considerata sulla differenza fra il costo totale dell’intervento e il valore effettivo dell’apparecchio: dunque: dunque su 200 euro (1000-800). Sui restanti 600 euro l’IVA va calcolata normalmente al 22%.

Cerchi maggiori informazioni o vuoi parlare con un tecnico di Domus Caldaie Riello per acquistare la tua nuova caldaia ed usufruire delle detrazioni statali? Compila il form!

Se devi rinnovare i tuoi impianti, contattaci subito: un membro del nostro staff tecnico ti risponderà in pochissimo tempo e ti darà tutte le informazioni che desideri!